SAM 2019 delle ostetriche a Bari

clicca sull’immagine per visualizzare la locandina

L’Ordine Interprovinciale delle Ostetriche Bari-BAT

e l’Università degli Studi di Bari

organizzano un

FLASH MOB

il 10 ottobre 2019

presso il Policlinico di Bari

 

 

 

 

 

RESOCONTO

SAM 2019

“Potere ai genitori per favorire l’allattamento” suona così il messaggio della SAM 2019.

Ottobre si è aperto con la settimana dell’allattamento materno, e in Italia diverse sono state le iniziative organizzate a più mani da quanti si impegnano a promuovere e sostenere un tema così importante. La SAM viene celebrata in altri Paesi nel mese di Agosto ma il tema, gli obiettivi, le motivazioni di fondo sono le stesse in tutto il mondo. Allattare fa bene, fa bene al bambino perché riduce l’incidenza di asma, allergie e malattie infettive, fa bene alla mamma perché riduce i rischi di anemia e, a lungo termine, di sviluppare cancro al seno e alle ovaie; allattare fa bene alla famiglia perché rafforza i legami familiari e, in ultimo, fa bene anche alla società perché è una scelta economica ed ecologica!

Lo slogan, traduzione dell’inglese “Empower parents enable breastfeeding” suona chiaro: al centro dell’esperienza dell’allattamento ci sono i genitori e dietro ai genitori c’è la società intera che lavora per sensibilizzare, sostenere e accompagnare.

“Empower” significa allo stesso tempo “dare potere e avere potere” in altre parole potremmo dire noi: rafforzare. In realtà nella parola inglese c’è un sottile significato in più che dobbiamo sforzarci di cogliere: l’empowerment per definizione deve emergere dall’individuo, dal gruppo o dalla comunità, non può essere dato. In questo le scuole, le università, gli ospedali, i consultori, le categorie professionali coinvolte, tutti insieme, come in una partita, giocano un ruolo fondamentale. Il nostro potere è quello di relazionarci con l’altro, con le mamme, con i papà per riconoscere e lasciar emergere quello che loro possono fare.

Questo è lo spirito che ci ha mosse a prendere parte, come studentesse del Corso di Laurea in Ostetricia dell’Università degli Studi di Bari, alla SAM 2019.

Un po’ in ritardo rispetto ai tempi ufficiali, il 10 Ottobre siamo scese per le vie del Policlinico e abbiamo inondato le sale d’attesa, gli infopoint, i centri di prenotazione, i punti ristoro… Qualsiasi posto sembrava fatto apposta per noi! Forti dei saperi sull’allattamento imparati nelle ore di laboratorio con l’ostetrica Maria Daniela Brucoli, abbiamo lasciato i banchi per incontrare davvero le donne. A dirigere il tutto la coordinatrice delle attività didattiche Dott.ssa Fernanda Leo e ad acccompagnarci alcune ostetriche più grandi e altre appena laureate. 

L’intento era quello di cercare la gente, di arrivare a quante più persone possibile, di sensibilizzare una nonna, come un nonno, uno zio, una cugina, un parente, un’amica perché non si deve per forza entrare in una clinica ostetrica per avere notizie a riguardo! La società tutta può fare rete e accompagnare le famiglie. 

E anche se qualcuno prendeva le distanze o aveva troppa fretta, tanti erano incuriositi e si fermavano, anche solo un attimo, colpiti dalle magliette che indossavamo! Per l’occasione l’Ordine delle Ostetriche di Bari/BAT ha voluto incontrarci e collaborare con noi. Rafforzate da questa unione, insieme alla Presidente Dott.ssa Domenica De Tommaso abbiamo realizzato magliette che riproducessero il logo della SAM 2019 con uno slogan tutto nostro sul retro. Abbiamo così avuto modo di incontrare diverse persone e di raggiungere quanti non erano mai stati avvicinati dall’argomento. Ai più frettolosi abbiamo lasciato alcuni fogli su “I falsi miti sull’allattamento al seno”, “La possibilità di eseguire in sicurezza screening radiologici anche in allattamento”, “I benefici dell’allattamento al seno oltre il primo anno di vita”.

La seconda parte della mattina invece ha visto protagoniste alcune donne che, con i loro piccoli e accompagnate da mariti, mamme o suocere ci hanno raggiunte per un piccolo momento dedicato esclusivamente all’allattamento. Grazie all’aiuto prezioso di Daniela e delle altre ostetriche presenti siamo riuscite a trasformare il nostro “sapere” in una guida utile a rafforzare il potere delle mamme e delle famiglie che hanno voluto incontrarci. Perché alla fine si tratta solo di questo! 

Mamma Elisa non immaginava di incontrare tante difficoltà nell’allattamento della sua seconda figlia. Abbiamo avuto modo di capire come una semplice siringa posizionata nel modo giusto, possa essere di grande aiuto nei primi tempi perché non esistono bambini pigri ma soltanto bambini che hanno bisogno di essere stimolati un po’ di più per avere una suzione efficace! Cosi mamma Elisa, insieme a papà Giorgio tornerà a casa più incoraggiata nel continuare ad allattare la piccola Benedetta. Le sue parole sul finale hanno sorpreso tutte: “È proprio vero, insieme ad ogni figlio che nasce, deve nascere una nuova madre!”

All’indomani di questa esperienza ritorneremo tra i banchi o in corsia pienamente consapevoli che, attraverso ognuno di noi, la società può fare in modo che tutte le mamme e tutti i papà “acquisiscano potere” per diventare genitori informati, consapevoli e responsabili. Empowerment non è sostituirsi, piuttosto è rinforzare, sostenere e accompagnare. È fornire gli strumenti giusti affinché ogni famiglia possa suonare la sua melodia.

Le studentesse del corso di laurea in ostetricia

Rispondi