Il MAMI per Amatrice… 2.0 il sole dopo la tempesta

Il MAMI per Amatrice… 2.0 il sole dopo la tempesta

amatrice2punto0Il Comitato di Gestione del MAMI ha donato 500 euro (ottenuti dalla vendita on line delle magliette) ad un progetto a sostegno delle zone colpite dal terremoto del 24 agosto scorso.

Il progetto è quello di RESEDA onlus, “Amatrice 2.0 il sole dopo la tempesta”, una realtà che per le metodologie che usa ci è sembrata in linea coi nostri valori, all’insegna di quella sostenibilità e resilienza che caratterizzano anche il latte materno!

Invitiamo i nostri soci e simpatizzanti a informarsi sul progetto e a sostenerlo a loro volta: infatti nei giorni successivi agli eventi drammatici molte persone si mobilitano, ma poi l’attenzione cala e tante necessità del medio-lungo periodo rimangono senza risposta per mancanza di fondi.

Dal sito dedicato:

La difficoltà più grande nella gestione di un’emergenza come quella del terremoto che ha colpito il centro Italia nell’estate 2016 è preservare il tessuto sociale e relazionale delle comunità locali, messo a rischio non solo dal disastro del sisma ma anche dal modello attuale delle tendopoli costruite dalla Protezione Civile. È lo stesso modello che ha fallito all’Aquila sradicando di fatto la società civile.

Cerchiamo invece di sostenere le persone che restano a presidiare le loro comunità, garantendogli il sostegno che altrimenti non riuscirebbero ad avere. La ricostruzione dovrà passare attraverso processi partecipati e dal basso, un piccolo modello di gestione dal basso dell’emergenza, ha già preso corpo grazie alle esperienze delle transition town e della permacultura.

E’ intenzione della RESEDA, come già realizzato per il terremoto del 2009 all’Aquila, dare un sostegno alla popolazione per la ricostruzione e il dopo sisma. In particolare già durante il primo intervento sia Transition Italia sia l’Istituto italiano di Permacultura ci davano il loro appoggio. Anche alcune ditte private ci fornivano appoggio e materiali.

Attualmente il progetto è delineato in questo modo, prevedendo le seguenti azioni:

  • supporto tecnico e impianti solari per le aziende agricole montane colpite dal sisma;
  • supporto tecnico per il design in permacultura delle aziende agricole montane e per i paesi colpiti dal sisma;
  • supporto sociale per la cittadinanza per sostenere le capacità di resilienza, di collaborazione e di azioni collettive (metodo Transition Town);
  • supporto tecnico alla ricostruzione ecologica degli edifici.

Cercheremo come già fatto per l’Aquila delle aziende di produzione di pannelli solari che ci donino materiali e aziende termoidrauliche che ci aiutino nella loro installazione. Ci sarà comunque bisogno di denaro per l’acquisto dei materiali necessari, per le spese vive del progetto e l’acquisto di attrezzature.

A cura di…

Rispondi

FARMACI IN ALLATTAMENTO E GRAVIDANZA

Numero Verde Gratuito

800.883300

Maggiori informazioni

Rimani Aggiornato

Iscriviti tramite Facebook
... oppure inserisci i tuoi dati:




Clicca qui per ricevere la


DONA E ASSOCIATI CON PAYPAL!

blank
Dona 15,00€
(25,00€ se sei un’associazione)
per associarti

SITI UTILI – SITI AMICI